La filiera dell'energia

Gli attori coinvolti nella filiera dell’energia sono numerosi e ricoprono funzioni diverse: approvvigionamento, trasporto, stoccaggio (gas) o dispacciamento (energia elettrica), distribuzione, vendita.

È importante distinguere i compiti del Distributore e del Venditore che spesso vengono confusi.


La filiera del gas naturale

Il gas è una risorsa naturale, prodotta nei millenni dalla decomposizione di materiale organico. La sua concentrazione in grandi giacimenti ne facilita l’ESTRAZIONE dal sottosuolo e l’immissione in grandi reti di trasporto. La produzione interna italiana copre appena il 10% dei consumi del nostro Paese, fortemente dipendente dal gas importato da paesi esteri principalmente dall’Africa (Libia e Algeria), dal Nord Europa (Olanda e Norvegia) e dalla Russia.

La rete di TRASPORTO è composta da gasdotti ad alta pressione e di largo diametro, gestiti in regime di monopolio da Snam Rete Gas. Mette in collegamento gli “entry-point” posti nelle zone di frontiera (i punti cioè in cui il gas estero è immesso nella nostra rete di trasporto nazionale) con le reti di distribuzione cittadine e gli impianti di stoccaggio del gas, vecchi giacimenti ad oggi esauriti che fungono da vere e proprie riserve di gas, utilizzabili nei momenti di elevato consumo e carenza di produzione.

Il trasporto del gas può avvenire anche a mezzo di navi metaniere, nella forma liquida di GNL (Gas Naturale Liquefatto). Una volta consegnato negli impianti di rigassificazione (in Italia ne abbiamo uno nel Mar Ligure a Panigallia e uno nell’alto Adriatico antistante la città di Rovigo), il gas viene nuovamente riportato nella forma di gas e immesso nella rete di trasporto nazionale.

Per DISTRIBUZIONE si intende il trasporto del gas fino alle utenze finali (abitazioni e aziende). Ha luogo attraverso reti di gasdotti locali a bassa pressione e diametro ridotto rispetto alla rete nazionale. 

Infine la VENDITA è l’attività conclusiva dell’intera filiera: il Venditore è il punto di contatto del cliente finale per qualsiasi servizio inerente la fornitura di energia.

 

La filiera dell’energia elettrica

L’energia elettrica è il risultato della trasformazione di fonti di energia primaria quali ad esempio i combustibili (gas, carbone ecc.), l’energia dei corsi d’acqua, del sole o del vento.

L’energia generata dall’impianto di PRODUZIONE (centrale elettrica, parco fotovoltaico o eolico) è immessa nella rete di trasmissione nazionale, un complesso insieme di reti in altissima o alta tensione che trasporta l’energia fino alla reti cittadine.

La Rete di Trasmissione Nazionale è gestita in regime di monopolio da Terna, responsabile della sua espansione e manutenzione oltre che dell’attività di DISPACCIAMENTO, volta a evitare i rischi di black-out legati allo squilibrio tra immissioni e prelievi di energia elettrica.

DISTRIBUZIONE: una volta trasformata in media e quindi bassa tensione l’energia è distribuita su reti locali fino alle nostre abitazioni e azie

Infine la VENDITA è l’attività conclusiva dell’intera filiera.