Cosa devo fare in caso di conguagli di energia elettrica riguardanti periodi superiori a due anni?

Se all’interno della tua bolletta di energia elettrica (con scadenza successiva al 1 marzo 2018) trovi la seguente indicazione:

“La presente bolletta include consumi relativi ad un periodo antecedente gli ultimi due anni. Pertanto, in presenza delle condizioni previste dai commi da 4 a  10 della Legge di Bilancio 2018 (Legge n. 205/17), è Sua facoltà eccepire la prescrizione del relativo corrispettivo presentando richiesta attraverso la compilazione della form web sul sito www.enerxenia.it alla sezione CONTATTI – COMUNICA CON ENERXENIA selezionando l’ARGOMENTO PRESTAZIONI – BOLLETTA – RIMBORSO E ALTRO, specificando il numero della bolletta interessata o recandosi presso gli sportelli di Enerxenia.”

puoi eccepire la prescrizione del credito da noi vantato, cioè la possibilità di non pagare importi fatturati con eccessivo ritardo, presentando richiesta specifica come sopra indicato.

L'Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente (ARERA), con delibera 97/2018/R/com, in attuazione di norma introdotta con legge di Bilancio 2018, ha infatti disciplinato le modalità di gestione di casi riguardanti ritardi nella fatturazione da parte delle società di vendita (ad eccezione dei casi di ritardo di fatturazione derivante dalla mancata o erronea rilevazione dei dati di misura per responsabilità accertata del cliente/distributore) per i quali ha previsto la prescrizione di 2 anni anziché di 5 del diritto al corrispettivo, al netto delle tempistiche massime di emissione delle fatture cui le stesse devono attenersi a seguito della ricezione della lettura o della rettifica dei consumi da parte della società di Distribuzione o del SII (Sistema Informativo Integrato). Il provvedimento riguarda, per il momento, il solo settore dell’energia elettrica per fatture in scadenza di pagamento successiva al 1° marzo 2018.

Per ulteriori informazioni si rinvia alla delibera 97/2018/R/com.

 

Torna alle Domande Frequenti