Come posso passare ad Enerxenia con la mia fornitura? (Switch)

Passare ad Enerxernia è semplice e gratuito!


Per farlo hai a disposizione diverse modalità:

  1. basta un clik! - scopri il nostro servizio completamente digitale, semplice e immediato che ti permette di fare tutto comodamente da casa, sfruttando i vantaggi esclusivi dell’offerta LIBERA ENERXENIA
  2. invia la documentazione cartacea tramite piattaforma dedicata - diventa cliente in meno di 5 passaggi seguendo le indicazioni qui sotto
  3. vieni a trovarci presso uno dei nostri sportelli e un nostro consulente ti guiderà nell’operazione

 Requisiti per diventare Cliente:

  • essere l’attuale intestatario della fornitura (se non lo sei già effettua prima la voltura con il tuo attuale fornitore)
  • disporre dell’ultima bolletta da cui recuperare:
    • codice POD/PDR (codice recuperabile tra i DATI DELLA FORNITURA presente in tutte le bollette)
    • società che ti fornisce attualmente
    • consumo annuo (anche esso indicato in bolletta e utile per stimare al meglio i tuoi consumi in assenza di letture effettive)

Cosa devo fare?

  1.  Scarica e compila i moduli sotto elencati:
  2. Vai alla sezione Comunica con Enerxenia, inserisci i tuoi dati
  3. Seleziona l’argomento PRESTAZIONI - CAMBIO FORNITORE (SWITCH)
  4. Allega:
    • I moduli di cui al punto 1
    • Bolletta del precedente fornitore
    • Documento di identità e codice fiscale dell'intestatario della fornitura; in caso di società Visura Camerale (si ricorda che ha validità massima di 6 mesi) e documenti del Legale Rappresentante

L’operazione, in termini tecnici di Switch, è regolata dall’Autorità di settore.

Cosa succede alla mia fornitura?

Niente! Enerxenia gestirà per tuo conto il recesso verso il vecchio fornitore e non subirai alcuna interruzione di fornitura né costi di passaggio. Diventerai nostro cliente e nell’arco di poche settimane e ti verrà consegnata una lettera con indicato la data effettiva di cambio fornitore.

Se cambi idea, Enerxenia ti garantirà di esercitare il diritto di ripensamento nei termini definiti dall’Autorità di settore (Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente).

 

Torna alle Domande Frequenti